La lavorazione

Slideshow Image 1 Slideshow Image 2 Slideshow Image 3 Slideshow Image 4 Slideshow Image 5 Slideshow Image 6 Slideshow Image 7 Slideshow Image 8

Una vita per l'artigianato

Da oltre trent'anni lavora nella sua bottega del piccolo comune della Valle di Comino.

Uno degli ultimi artigiani, che da vita a preziose creazioni in legno, miniature delle grosse arche che fino
a qualche decennio fa si trovavano nelle case di tutti. Erano dei grossi contenitori che venivano regalati alle giovani coppie appena sposate e che servivano per coservare i panni ed il pane.

Paolo Sulino, senza utilizzare particolari strumenti, le realizza a mano, come una volta, di tutte le dimensioni
e di pregio diverso. Aalcune infatti sono intarziate a mano, decorate con motivi geometrici e curvilinei rendendo l'oggetto di grande valore artistico.

Oggi sono molto richieste come oggetti da regalare o come bomboniere di nozze; si tratta di un opera d'arte
di indubbio valore, un pezzo unico, assemblato senza chiodi o viti, se non di legno anche essi.

All'interno della sua bottega, vengono realizzati anche gli "scranni", una sorta di troni in legno, che nelle case
di una volta venivano appoggiati alle pareti, magari a fianco del camino per stare al caldo.

La bellezza di questi lavori sta proprio nella maniera in cui vengono realizzati, la stessa tecnica di cento anni fa. Allo scultore, infatti, preme proprio questo, preservare la memoria e tramandare gli usi di una volta, quelli che oggi dai più sono stati dimenticati. Roberta Pugliesi "La Provincia 7 aprile 2010"